giovedì 20 febbraio 2020

CIAMBELLA AL GUTTURNIO, ALCHERMES E PERE



Questa ciambella nasce dalla necessità di riciclare 3 mezze pere sciroppate avanzate dalla preparazione della crostata con crema frangipane al cacao e pere (QUI la ricetta) e un ultimo bicchiere di buon Gutturnio.

Ho aggiunto anche un poco di alchermes per recuperare il colore dell’impasto che con il vino aveva assunto un colore poco invitante.

Una ciambella semplice, ma con note aromatiche interessanti.




INGREDIENTI

(per uno stampo da 20-22 cm di diametro)

-270 g di farina bianca con lievito (oppure farina bianca con 2 ½ cucchiaini di lievito)
-150 g di zucchero semolato
-2 uova grandi a temperatura ambiente
-la scorza grattugiata di un arancio
-125 g di  Gutturnio
-3 cucchiai di Alchermes
-40 g di burro tenero
-3 mezze pere sciroppate (oppure fresche, sbucciate e passate in padella per 10 minuti)
-un poco di sciroppo delle pere
-zucchero a granella


Accendere il forno a 180°.

Imburrare e spolverare di farina lo stampo per la ciambella.

Montare con delle fruste elettriche le uova intere con lo zucchero, aggiungere il burro, la scorza grattugiata dell’arancio e, sempre montando a bassa velocità, la farina un poco alla volta alternata con il vino e l’alchermes e lo sciroppo delle pere, fino ad avere un impasto morbido, ma ancora abbastanza sostenuto.





Versare nello stampo e appoggiare sopra le pere tagliate a fettine, cospargere con lo zucchero a granella e cuocere per 30 minuti (fare la prova stecchino prima di sfornare).




Togliere dal forno e lasciare riposare una mezz’ora prima di togliere la ciambella dallo stampo.




Lasciare poi raffreddare completamente su una gratella.







lunedì 17 febbraio 2020

RIGATONI BIETOLE E RICOTTA



Questa settimana il team delle amiche di  Light and Tasty   cucinerà con le bietole.

Le bietole appartengono alla stessa famiglia degli spinaci, delle barbabietole e delle rape, ricche di sostanze antiossidanti e di fibre, vitamine e potassio con basse quantità di sodio e hanno solamente 17 calorie ogni 100 g di parte edibile.

Le ho volute utilizzare come condimento di un piatto di pasta veloce da preparare, ma gustoso e saporito.

Un poco di ricotta, foglie di bietola e grana padano, pochi ingredienti per un primo piatto completo e digeribile.



  
INGREDIENTI
(per 2 persone)

-160 g di pasta formato rigatoni
-150 g di ricotta fresca
-qualche foglia di bietola
-uno spicchio di aglio (se piace)
-grana padano



Pulire  le foglie di bietola e tagliarle grossolonamente, lavarle sotto acqua corrente mettendole in un colino.

In un pentolino mettere un filo d’olio extra vergine d’oliva e imbiondire lo spicchio d’aglio, aggiungere le bietole bagnate e mescolare bene.

Cuocere fino a quando saranno appena tenere, ma ancora sode.




Mettere la ricotta in una ciotola e schiacciarla con una forchetta per ammorbidirla.




Nel frattempo cuocere la pasta al dente.

Togliere un mestolino di acqua di cottura della pasta e metterla nella ciotola con la ricotta, mescolare bene fino a formare una crema.

Quando la pasta sarà cotta scolarla (conservare un poco di acqua di cottura) ributtarla nella pentola con le bietole e mantecare con la crema di ricotta e una spolverata di grana grattugiato.

Mescolare bene ed eventualmente aggiungere un poco di acqua di cottura per mantenere la pasta morbida e cremosa.

Servire il piatto caldo con altro formaggio grana a parte.





 
Tante idee per come cucinare le bietole che trovate qui sotto:

Carla:   Pappardelle con bietoline

Daniela:  Parmigiana di bietole 

Elena:   Biete piccanti con uvetta e pinoli 

Flavia:  Sfogliate farcite con erbette e salame 

Franca:  Sardine al vapore con pesto di bietoline 

Mary:  Minestra di bietole e patate 

 





giovedì 13 febbraio 2020

CUORICINI DI SAN VALENTINO



Un dolcetto per S. Valentino ci vuole proprio.

Anche se il tempo è poco non occorre lavorare molto per fare questi dolcetti.

Un guscio croccante che contiene un ripieno goloso fatto di crema al gianduia e amarene.

Se non avete proprio tempo, invece di fare la pasta frolla, potete acquistare della pasta sfoglia e in 5 minuti avrete pronti dei dolcetti golosi.




INGREDIENTI

Per la pasta frolla:
-150 g di farina bianca 0
-75 g di burro freddo
-1 cucchiaio di zucchero semolato
-1 tuorlo d’uovo
-un poco di estratto di vaniglia oppure una grattata di buccia di limone

Per il ripieno
-qualche cucchiaio di crema al gianduja
-qualche amarena sciroppata



Accendere il forno a 170°.

In una ciotola mettere la farina e il burro tagliato a pezzetti.

Con la punta delle dita impastare i due ingredienti fino a formare delle grosse briciole, aggiungere lo zucchero, il tuorlo e l’aroma e finire di impastare il tutto, tenendo comunque l’impasto sbricioloso.

Imburrare e spolverare con poca farina degli stampini a forma di cuore.

Mettere negli stampini un cucchiaio abbondante di briciole coprendo bene il fondo.


Aggiungere la crema di gianduja e le amarene, coprire il tutto con altre briciole, senza compattare.





Cuocere in forno caldo per circa 15 minuti, fino a quando i dolcetti saranno ben dorati.

Lasciare raffreddare e poi toglierli dagli stampini.

Se non volete fare la pasta frolla, utilizzate un rotolo di sfoglia già pronta, che taglierete in tanti cuoricini con uno stampo per biscotti.

Mettere il ripieno su metà dei cuoricini e copriteli con l’altra metà.

Sigillare i bordi con i rebbi di una forchetta e far cuocere fino a doratura. 

Servire dopo una spolverata di zucchero a velo.




Entrambe le versioni sono golose, a voi la scelta!!












lunedì 10 febbraio 2020

FEGATINI DI POLLO MELE E CIPOLLE



Oggi il team di  Light and Tasty   cucinerà la carne di pollo.

La carne di pollame è ricca di proteine ad alto valore biologico, ha un basso contenuto di grassi e colesterolo ed ha il vantaggio di essere più facilmente masticabile e digeribile perché ha meno tessuto connettivo.

Per questo appuntamento ho scelto di utilizzare i fegatini di pollo, frattaglia molto economica, classificata nel 1° gruppo fondamentale degli alimenti perché contiene proteine, minerali e vitamine. 

I fegatini di pollo hanno solamente 119 calorie ogni 100 g di parte edibile.

In questa preparazione ho utilizzato anche le mele e le cipolle, ingredienti che ben si accostano al sapore ferroso e leggermente amarognolo dei fegatini.




INGREDIENTI
(per 3 persone)

-400 g di fegatini di pollo
-1 spicchio di aglio (se piace)
-1 cipolla
-1 mela
-1 pizzico di cannella (se piace)
-qualche foglia di salvia
-mezzo bicchiere di vino bianco secco



Pulire i fegatini da eventuali filamenti, asciugarli su carta da cucina e tagliarli a fette.

In una padella mettere un filo d’olio extra vergine d’oliva e rosolare qualche minuto la mela tagliata a cubetti e poi metterla da parte tenendola al caldo.


Condire con un pizzico di cannella.

Nella stessa padella mettere la cipolla tagliata sottile con le foglie di salvia, salare e lasciarla cuocere a fuoco basso, aggiungendo eventualmente un poco di acqua, fino a quando sarà tenera e poi metterla da parte tenendola al caldo.

 
Rosolare nella padella i fegatini con lo spicchio di aglio, tre minuti per parte.


Sfumare con il vino  bianco e, quando sarà evaporato, aggiungere le cipolle, mescolare e cuocere ancora un paio di minuti a fuoco basso, togliere l’aglio e aggiungere le mele.


Mescolare e cuocere il tutto per un paio di minuti.


Servire la pietanza calda.




Se volete fare un impiattamento più raffinato, aiutatevi con un coppa pasta e fare più strati con i vari ingredienti e poi condire con un poco del sugo che si sarà formato durante la cottura dei fegatini.










 
E’ un piatto semplice, ma molto gustoso e leggero.