lunedì 12 aprile 2021

FLAN DI PARMIGIANO E YOGURT CON AGRETTI

 

E anche Pasqua è passata, con gli affetti lontani e poca voglia di festeggiare, anche se un minimo di socialità è stata permessa.

Il lato positivo di tutto ciò è che gli avanzi, solitamente abbondanti dopo le festività, quest’anno per me sono stati proprio pochi e ho avuto difficoltà a pensare alla ricetta del tema di oggi di  Light and Tasty.

Quindi ho aperto il frigorifero e ho trovato del parmigiano grattugiato in abbondanza ed uno yogurt quasi a scadenza, un paio di cipolline già pelate, le uova non mancano mai ed un mazzetto di agretti che è la verdura primaverile che preferisco.

Ecco quindi la ricetta di questa settimana, un delizioso flan di parmigiano (utilizzando lo yogurt al posto della panna) con contorno di agretti e cipolline.

 


 

INGREDIENTI

(per 3 porzioni)

 

-120 g di parmigiano reggiano grattugiato

-125 ml di yogurt naturale

-1 uovo grandissimo

-1 cucchiaino di farina + quella per spolverizzare gli stampini

-2 cipolline

-1 mazzetto di agretti

-fiori eduli per la decorazione (violette e fiori di tarassaco)

 


Imburrare o oliare 3 stampini di alluminio (vanno bene anche quelli usa e getta) e spolverarli con un poco di farina.

Accedere il forno a 160°.

In una ciotola sgusciare l’uovo e mescolare con una frusta unendo lo yogurt e una macinata di pepe, aggiungere la farina e il parmigiano (meno due cucchiai rasi che serviranno per fare le cialdine per la decorazione).

Versare l’impasto negli stampini riempiendoli per ¾.

 


Mettere gli stampini in una teglia che andrà riempita con 2 dita di acqua bollente (stando attenti a non farla entrare negli stampini).

Cuocere per circa 30-35 minuti (fino a quando saranno sodi e dorati e si saranno leggermente staccati dai bordi). Lasciarli intiepidire 5 minuti prima di toglierli dagli stampini, passando la lama liscia di un coltello lungo i bordi.

 


Intanto che i flan cuociono, pulire gli agretti togliendo completamente la radichetta rossa e lavandoli molto bene sotto acqua corrente.

Tagliare le cipolline sottili e farle appassire in una padella, aggiungere gli agretti appena sgrondati dall’acqua e lasciare cuocere per circa 5 minuti, mescolando spesso.

 

 

In un padellino preparare la cialdina suddividendo il parmigiano in 3 mucchietti e dando la forma di rettangolo con l’aiuto di un cucchiaio.

Scaldare il parmigiano sul fornello a fuoco basso fino a quando si sarà sciolto e avrà assunto un colore dorato.

Togliere le cialdine con l’aiuto di una spatolina e rovesciarle sul manico di un cucchiaio di legno per dare la forma di un mezzo cannolo. Lasciare raffreddare.

 

 

Mettere al centro dei piatti gli agretti dando la forma di un nido.

 


Togliere i flan staccandoli con l’aiuto di una spatola dai bordi degli stampini e rovesciarli sopra gli agretti.

Decorarli con le cialdine di parmigiano decorate con violette e fiori di tarassaco.

 



 


 

Tutte le ricette di riciclo di Pasqua per Light and Tasty le trovate qui sotto:

Carla:      Pizza di carne

Catia:      Pane al cioccolato fondente

Daniela:   Bicchieri con crema al limone e colomba tostata

Elena:      Tagliatelle di albumi al sugo di pomodoro fresco

Flavia:     Plumcake di farro con cioccolato fondente (delle uova di Pasqua)

Franca:   La torta del riciclo post-Pasqua

Mary:      Ciambellone alla ricotta

 







venerdì 9 aprile 2021

CROSTATA AL CACAO CON GELO DI ARANCIA

 

E’ la crostata che ho preparato per Pasqua, ma si presta a qualsiasi occasione.

E’ golosa grazie al guscio croccante di brisè al cacao, e allo stesso tempo gradevolmente acidula grazie al ripieno composto da un gelo di succo di arance rosse.

 


 

INGREDIENTI

(per uno stampo quadrato di 22 cm di lato e alto 3,5 cm circa, con fondo amovibile)

 

-250 g di farina (100 g di farina di farro, 100 g di farina 0 e 50 g di farina integrale)

-140 g di burro freddo tagliato a cubetti

-1/2 cucchiaino di sale fino

-1 cucchiaio di zucchero semolato

-1 cucchiaino di estratto di vaniglia

-1 cucchiaino di lievito

-1 cucchiaio di cacao amaro

-qualche cucchiaio di acqua fredda

 

-50 g di cioccolato fondente 60% di cacao

 

-6/8  arance rosse + 1 per la decorazione

-1 bergamotto

-40 g di maizena (amido di mais)

 

Nell’impastatrice o in una ciotola mettere le farine, lo zucchero, il sale, il lievito, il cacao, l’estratto di vaniglia e mescolare brevemente, aggiungere il burro freddo tagliato a dadini e impastare brevemente, aggiungendo eventualmente qualche cucchiaio di acqua fredda, il tempo necessario per avere un impasto poco omogeneo dove ci siano ancora dei pezzetti di burro non perfettamente amalgamati.

Stendere la pasta su un foglio di carta forno in un largo quadrato, coprirlo con pellicola alimentare e lasciarlo riposare in frigorifero.

Imburrare i bordi dello stampo e spolverarli con un poco di farina integrale (eliminando l’eccesso di farina) e rivestire il fondo con un foglio di carta forno tagliato in misura.

Rivestire lo stampo con la pasta, premendo bene sui bordi, bucherellare tutto il fondo con i rebbi di una forchetta e mettere il tutto in congelatore per circa 30 minuti.

 


In questo modo l’impasto non si gonfierà in cottura e manterrà la forma, senza dover utilizzare pesi o fagioli per la cottura in bianco.

Intanto che il guscio di pasta resterà in congelatore, spremere il succo delle arance e del bergamotto e metterle in un contenitore graduato filtrando con un colino.

 


Occorre 500 ml di succo. Io non ho aggiunto zucchero perché le arance erano per me sufficientemente dolci. Regolatevi secondo il vostro gusto.

In un pentolino mettere l’amido di mais e scioglierlo aggiungendo un poco di succo e mescolando delicatamente con una frusta.

Una volta sciolto l’amido, aggiungere tutto il succo e cuocerlo su fuoco moderato, sempre mescolando delicatamente con la frusta, fino a quando il tutto non si addenserà a formare una crema densa.

Togliere dal fuoco e inserire il pentolino in un contenitore più grande con acqua fredda, coprendo la crema con pellicola alimentare a contatto.

Accendere il forno a 170° e cuocere il guscio di pasta per circa 25 minuti (fino a quando i bordi si staccheranno di qualche millimetro dallo stampo).

Togliere lo stampo dal forno e lasciare raffreddare.

Sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente e spennellare tutto l’interno del guscio di pasta (bordi compresi) per impedire che l’umidità della crema tolga croccantezza alla brisè.

 


Togliere il guscio dallo stampo e appoggiarlo delicatamente sul piatto da portata.

Riempire il guscio con il gelo d’arancia quando sarà appena tiepido, ma ancora fluido, per poterlo stendere bene, aiutandosi con una spatola.

 


Mettere il dolce in frigorifero per 1 ora.

Decorarlo con fettine di arancia, meringhette, amarettini e decorazioni di cioccolato a piacere.

 


 

Servire la crostata al cacao con gelo di arance dopo averla tenuta almeno 1 ora a temperatura ambiente.

 


 

lunedì 29 marzo 2021

L'OVINO PIO PIO

 

Le uova sono le protagoniste di questa settimana della rubrica   Light and Tasty

Utilizzato nelle cucine di tutto il mondo, è un alimento completo ed un concentrato di nutrienti, pur con poche calorie.

I grassi dell’uovo sono contenuti essenzialmente nel tuorlo, mentre nell’albume si concentrano le proteine, un alimento così ricco da essere considerato un simbolo di vita, nascita e prosperità nelle culture di varie parti del mondo.

Penso che l’uovo sia un ingrediente eccezionale, versatile e molto comodo, che permette di preparare un pranzo od una cena veloce, anche quando la voglia di cucinare è poca, cosa che ultimamente accade spesso.

Anche stavolta ho voluto preparare un piatto che possa piacere ai bambini e che può essere proposto anche per le prossime festività pasquali.

 


 

INGREDIENTI

-2 uova medie

-1 carota

-1 fetta di pane ai cereali o integrale

-qualche foglia di songino fresco

-qualche pomodorino

-qualche oliva

-2 semi di girasole o altro a piacere

-1 fetta di formaggio Cheddar

 


Cuocere le uova per 10 minuti dal momento del bollore dell’acqua e poi raffreddare sotto acqua fredda corrente.

 


Tagliare la carota a filetti utilizzando l’apposita grattugia, condire leggermente con un poco di sale e olio extra vergine d’oliva.

 


Tagliare la fetta di pane ricavandone una forma che possa ricordare un ramo.

Tagliare qualche pomodorino in 4 parti, unire due parti mettendo al centro mezza oliva e le altre saranno i raggi del sole.

Tagliare un altro pomodorino con un’incisione a zig-zag a metà dello stesso.

 

Appoggiare sul piatto di portata il ramo di pane.

 


Formare sopra il ramo di pane un nido con le carote.

Tagliare un uovo a metà e appoggiarlo sopra il nido.

Tagliare l’altro uovo a fette e usare quella centrale per formare il pulcino e anche questa metterla nel nido.

Con un pezzetto di carota fare il becco del pulcino e con due semi di girasole fare gli occhi.

 


Completare con le foglie di songino che andranno appoggiate sul ramo di pane e con i pomodorini che saranno i fiori.

Con una formina tonda tagliare un cerchio nella fetta di formaggio Cheddar e appoggiarlo sul piatto contornandolo con le fettine di pomodorini (sole e raggi).

 

Servite in tavola e insegnate ai bambini i giorni della settimana:

Lunedì chiusin chiusino
Martedì bucò l’ovino
Sgusciò fuori Mercoledì
Pio pio fece Giovedì
Venerdì beccò un semino
Fece Sabato un saltino
La Domenica mattina
Aveva già la sua crestina!

 


 


 

Tante proposte con le uova, leggetele tutte:

Carla:      Frittata bietole e porri

Catia:      Uova con contorno di carciofi

Daniela:   La piadina con l'uovo

Elena:      Insalata di granchio con crostone all'uovo

Franca:    Uovo nel nido