lunedì 20 maggio 2024

GALETTE ALLE FRAGOLE E MANDORLE

 

Protagoniste di questo appuntamento con Light and Tasty sono le fragole, i dolci frutti amati da grandi e piccini, ricchi di antiossidanti, minerali e vitamine, in particolare la vitamina C e B9, nonché di fibre.

Ho pensato di fare un dolce rustico e veloce, con una base di frolla all’olio con farina integrale e di mandorle, ripiena di fragole su una base di crema alle mandorle.

 


 

INGREDIENTI

 

Per la base:

-100 g di farina integrale

-100 g di farina bianca tipo 1

-50 g di farina di mandorle

-40 g di zucchero di canna

-70 g di olio di semi di arachidi

-60 ml circa di acqua fredda (o comunque quella necessaria per formare un panetto morbido, ma non appiccicoso)

-la buccia grattugiata di 1 limone

 

-300 g di fragole pesate pulite e tagliate

-2 cucchiai di zucchero

-50 g di farina di mandorle

-1 albume (tenere da parte 1 cucchiaino da spalmare sui bordi della galette)

-il succo di ½ limone

-lamelle di mandorle

 

Preparare la pasta mescolando tutti gli ingredienti e aggiungendo l’acqua fredda un poco alla volta fino a formare un impasto morbido, ma non appiccicoso e lasciare riposare coperto per 30 minuti circa.

Tagliare le fragole a pezzetti o a fettine (come preferite) e mettere da parte.

Mescolare in una ciotola la farina di mandorle, il succo del limone e l’albume (tenerne da parte 1 cucchiaino) e 1 cucchiaio di zucchero fino a formare una crema morbida.

 


Stendere la pasta in un cerchio o rettangolo su un foglio di carta forno (eventualmente spolverata con un poco di farina).

 


Mettere sulla pasta la crema di mandorle e sopra le fragole e spolverarle con 1 cucchiaio di zucchero.

Ripiegare i bordi della pasta sulle fragole e spennellarli con l’albume messo da parte e con le mandorle a lamelle.

 


Mettere il tutto in frigorifero per il tempo necessario a portare il forno alla temperatura di 180°.

Cuocere per 30-35 minuti fino a doratura.

Togliere dal forno e lasciare raffreddare.

Si può gustare sia tiepida che fredda.

 


 

 

 

Cosa hanno preparato le amiche del Team?

 

Carla:      Gazpacho con pomodori e fragole

Catia:      Panini dolci ripieni di fragole

Claudia:  Overnight oats con fragole

Daniela:  Insalata di fragole, rucola e spinacino

Elena:      Fragole all'aceto di Modena Igp

 

 

giovedì 16 maggio 2024

RAVIOLONE FIORITO DI PRIMAVERA CON TUORLO FONDENTE

 

Ed eccoci all’appuntamento con la Rubrica di “La Pasta è Magia” e finalmente arriva l’esplosione della natura, dei fiori e delle belle giornate.

Dopo un mese di aprile che ci ha regalato temperature basse, tanta pioggia e neve su tutti i rilievi, ecco arrivata finalmente l’attesa primavera, ed è proprio questa stagione che ha ispirato il mio piatto.

Un raviolone di pasta fresca ai petali di fiori con un ripieno di ricotta al limone, agretti e tuorlo d’uovo che, dopo una breve cottura, rimarrà fluido al taglio.

Vista la dimensione, la porzione è di 1 raviolone fiorito di primavera a persona.

 


 

INGREDIENTI

(per 4 persone)

Per la pasta:

-100 g di farina bianca tipo 0

-50 g di semola di grano duro rimacinato

-1 uovo grande

-1 pizzico di sale

-1 cucchiaino di olio

-petali di fiori eduli e foglioline di erbe aromatiche (io calendula, rosa, violette, origano e maggiorana freschi)

 

Per il ripieno:

-4 cucchiai colmi di ricotta fresca (250 g circa)

-la buccia grattugiata di ½ limone

-1 cucchiaio di grana padano grattugiato

-1 mazzetto piccolo di agretti precedentemente lessati

-4 uova freschissime

 

Per il condimento:

-40 g di burro sciolto

-foglioline di maggiorana ed origano

-grana grattugiato servito a parte

 


Preparare la pasta mescolando tutti gli ingredienti (tranne i petali dei fiori) in una ciotola e poi impastando fino a formare un panetto compatto. Coprire con pellicola alimentare e lasciare riposare la pasta per almeno 30 minuti.

Nel frattempo preparare il ripieno mescolando la ricotta fresca con la buccia grattugiata di mezzo limone, il grana grattugiato e un pizzico di sale e pepe. Assaggiare per regolare la sapidità e poi mettere il tutto in frigorifero.

Lavare molto accuratamente gli agretti e poi lessarli in poca acqua leggermente salata per 5 minuti. Scolare e raffreddare sotto acqua fredda. Scolare nuovamente e mettere da parte.

 


Riprendere la pasta e formare le sfoglie con la macchinetta passando la pasta fino allo spessore più sottile.

Spennellare leggermente con un poco di acqua le sfoglie e appoggiare i petali e le foglioline di erbe aromatiche su metà sfoglia.

 


Ripiegare la metà sfoglia sopra quella con i petali, schiacciare delicatamente con i palmi delle mani e ripassare la sfoglia nella macchinetta allo spessore più sottile.

 


Ritagliare 4 sfoglie di circa 30 cm e procedere alla farcitura e alla formazione del raviolone fiorito di primavera che dovrà avere una dimensione finale di circa 15 cm.

Con la ricotta formare un cerchio nella parte centrale di metà sfoglia e sopra appoggiare gli agretti, al centro del cerchio mettere un tuorlo d’uovo e condire con un pizzico di sale e un poco di pepe nero macinato al momento.

 


Nel frattempo mettere a bollire dell’acqua in una larga padella dai bordi alti e salare leggermente (in questo modo i ravioloni cuoceranno senza sovrapporsi).

Spennellare con un poco di acqua i bordi della pasta e ricoprire il ripieno con l’altra metà della foglia, premere bene con l’esterno della mano per togliere l’aria dall’interno del raviolo e poi passare i bordi con una rotella.

 


Una volta formati i ravioloni fioriti di primavera, tuffarli delicatamente nell’acqua bollente e cuocerli a fuoco moderato per 3 minuti dalla ripresa del bollore (io li ho cotti in una larga padella con i bordi alti così da non sovrapporli).

Scolare bene i ravioloni con una schiumarola direttamente sui piatti di portata e condire con il burro fuso, qualche petalo di fiore, foglioline aromatiche e fili di agretti.

 


Alla prima forchettata l’uovo rimasto fluido condirà il morbido ripieno di ricotta e agretti per un gusto burroso e avvolgente.

 


 


 

Spero che la mia proposta vi piaccia e che leggiate anche quelle delle amiche del Team:

 

Carla:      Tagliolini con fave fresche e prosciutto di Praga

Daniela:  Lasagne di primavera con asparagi

Elena:     Gnocchi di pane con sugo di cozze

Natalia:   Pappardelle alle carote e semi di papavero con funghi e mazzancolle