giovedì 30 novembre 2017

GELO DI MANDORLE




Solitamente non partecipo ai contest, ma questa volta non potevo non farlo visto che la vincitrice dello scorso The Recipe-Tionist   è la mia amica food blogger Elena e quindi non ho resistito a replicare una delle sue ricette.

Il suo blog  Zibaldone culinario  è stato spesso fonte di ispirazione, merito delle sue ricette dettagliate e sempre ben fatte.

La scelta è stata molto difficile, tanti sono i piatti che avrei voluto riproporre, poi la scelta è caduta sul suo gelo alle mandorle, un dolce che profuma di Sicilia e vacanze (la sua ricetta originale la trovate QUI)




INGREDIENTI
(per 6 porzioni a semisfera)

-500 ml di bevanda alle  mandorle
-100 g di zucchero
-50 g di amido di frumento (frumina)
-1 cucchiaino di cannella
-cioccolato fondente
-mandorle a lamelle
-4 cucchiai di crema di mandorle Aurea (mia aggiunta) - facoltativa



In un pentolino mettere lo zucchero, l’amido, la cannella e poi la bevanda di mandorle, mescolare con una frusta fino a sciogliere completamente le polveri.

Mettere sul fuoco e scaldare fino a quando la crema non si sarà addensata.



Mettere 2 cucchiai di composto nello stampo (io ho scelto uno stampo di silicone con semisfere), aggiungere un cucchiaino di crema Aurea e completare con il composto.




Mettere in frigorifero almeno per una notte.

30 minuti prima di servire mettere lo stampo in freezer coperto con pellicola alimentare, questa operazione faciliterà l’estrazione del dolce.




Tostare le lamelle di mandorle in un pentolino.

Prima di servire sformare il gelo, decorare con scaglie di cioccolato fondente e cospargere con le lamelle di mandorle.




Con questa ricetta partecipo al contest The Recipe-Tionist di novembre-dicembre 2017
 



mercoledì 29 novembre 2017

TORTA PERE E CIOCCOLATO GIANDUJA




Venerdì scorso ho avuto modo di partecipare ad un interessante evento dal titolo “le nocciole incontrano il cioccolato” tenuto a cura di  Slow Food Piacenza presso la sede di  Bardini Cioccolateria  una delle aziende d’eccellenza di Piacenza, azienda dolciaria dal 1940.

Esperienza molto formativa, sia dal punto di vista didattico che gustativo.

Avendo ricevuto nel frattempo un invito a cena a casa di amici e visto che solitamente il dolce lo porto io, ho pensato di realizzare una tortina pere e cioccolato, utilizzando  cioccolato gianduja ed un’aggiunta di cioccolato fondente Venezuela 70% di Bardini per aggiungere carattere.





INGREDIENTI
(per una tortiera da 18 cm)

-100 g di cioccolato al gianduja

-50 g di cioccolato fondente Venezuela al 70% di Bardini

-70 g di burro

-3 cucchiai rasi di farina

-2 uova

-80 g di zucchero semolato

-1 cucchiaino di estratto di vaniglia o i semini di mezza bacca

-1 pera Williams bianca grande o due piccole

-1 lampone e granella di nocciole

-Una noce di burro – 1 cucchiaio di zucchero semolato – 1 cucchiaio di rhum e qualche goccio di limone








Sbucciare la pera e pulirla dal torsolo, tagliarla a fettine e rosolarla in padella con la noce di burro e il cucchiaio di zucchero semolato e qualche goccia di limone, quando il fondo di cottura sarà dorato, sfumare con il rhum e lasciare evaporare. Spegnere il fuoco e lasciare intiepidire.




Accendere il forno a 160°.

Sciogliere il cioccolato a bagno maria e poi aggiungere il burro a pezzetti e mescolare bene con una spatola e lasciare intiepidire.

Separare le uova e montare gli albumi con metà zucchero a neve ferma. 

Montare i tuorli con il restante zucchero fino a quando saranno ben gonfi e chiari, aggiungere la vaniglia e il cioccolato a filo, mescolare con una spatola di silicone e aggiungere la farina setacciata e infine gli albumi mescolando delicatamente per mantenere il composto ben gonfio.




Imburrare  uno stampo a cerniera da 18 cm e rivestirlo con la carta forno, appoggiare sul fondo le fettine di pera e poi versare l’impasto e livellare con una spatola.




Cuocere per 25 minuti. 

Spegnere il forno, aprire lo sportello a lasciare la torta ancora in forno per 10 minuti.

Togliere dal forno e lasciare raffreddare la torta.




Appoggiare il piatto di portata sulla teglia e rovesciare aprendo poi la cerniera.




Guarnire la torta con un lampone e granella di nocciole.




Gustare tiepida eventualmente accompagnata da una pallina di gelato alla nocciola, ottimo quello di  Mil Sabores di Pontenure che ho degustato venerdì sera al 50% di nocciole…. E non vi dico la bontà!






lunedì 27 novembre 2017

PERE CON FIORDIFRUTTA DI RIBES ROSSO




Con l’occasione del nuovo  concorso blogger challenge della Rigoni di Asiago  intitolato “Belli da vedere, sani da mangiare” ho realizzato questo dessert semplice e genuino che potrebbe essere l’ideale come fine pasto leggero e poco elaborato per le prossime festività.

Ecco la mia proposta.




INGREDIENTI
(per 2 persone)
-1 pera Williams bianca
-1 cucchiaio di zucchero
-1 noce di burro
-Il succo di un’arancia
-1 vasetto di  Fiordifrutta ribes rosso   Rigoni di Asiago

Per la crema:
-1 cucchiaio di zucchero
-1 tuorlo
-2 cucchiaini di farina di riso
-125 ml di bevanda al riso
-I semi di mezza bacca di vaniglia

Per decorare:
-2 rametti di ribes rosso fresco
-2 foglie di menta




Tagliare la pera in due parti, pelarla e togliere il torsolo con un coltellino scavando un piccolo incavo.

In una padella mettere la noce di burro e 1 cucchiaio di zucchero, aggiungere le due metà della pera e rosolare fino a quando lo zucchero sarà sciolto e il colore leggermente ambrato, sfumare con il succo d’arancia, coprire e lasciare cuocere a fuoco basso fino a quando le pere saranno appena morbide e il liquido del fondo cremoso.




Togliere le pere e conservarle in un piattino coperto, mettere il fondo in una ciotola.




Preparare la crema scaldando la bevanda di riso con la mezza bacca di vaniglia tagliata in due.

Mescolare in una ciotola il tuorlo con 1 cucchiaio di zucchero e poi aggiungere la farina di riso, aggiungere la bevanda calda, togliendo la bacca di vaniglia (che conserverete per la decorazione) e poi trasferire il tutto in un pentolino mettendolo sul fuoco fino all’addensamento della crema.




Conservare in una ciotola e coprire con pellicola alimentare a contatto.

Impiattare il dessert mettendo sul fondo 2 cucchiai di crema, due cucchiaini di fondo cremoso d’arancia e la mezza pera.




Riempire l’incavo della pera con un cucchiaino abbondante di confettura di ribes rosso Rigoni d’Asiago, decorare con un rametto di ribes fresco, due foglioline di menta e parte della bacca di vaniglia al posto del picciolo.




 

Con questa ricetta partecipo al Foodblogger Contest "Belli da vedere sani da mangiare" di Rigoni d'Asiago