mercoledì 2 gennaio 2019

GALLETTE DES ROIS



Durante la mia infanzia ho soggiornato per un certo periodo in Tunisia e frequentato la scuola francese.

Per l’Epifania avevamo fatto una recita alla quale era seguita una festa con tanti dolci e tra quelli uno aveva attirato la mia attenzione, la galette des Rois.

Tutti i bambini erano ansiosi di mangiarla e non capivo perché, poi qualcuno mi spiegò che in una delle fette era contenuto un fagiolo e chi l’avesse trovato sarebbe stato incoronato re o regina della festa e avrebbe indossato una graziosa coroncina di cartone.

Il nome del dolce richiama i tre Re, naturalmente, i Re Magi, che nella tradizione cristiana fanno le veci della Befana e portano i doni a Gesù Bambino.

L’aspetto più affascinante del dolce è l’insieme di usanze legate al momento di gustarlo, in quanto coincide con l’incoronazione di un quarto re: il re della giornata di festa, colui che troverà il fagiolo, o la fava, o in alcuni casi una piccola figurina di ceramica, nascosta all’interno della crema (una figurina di ceramica però io non la metterei per salvaguardare i denti dei festeggiati.)

Tradizionalmente la galette des Rois è composta da due strati di pasta sfoglia con all’interno una golosa crema frangipane, negli anni poi le versioni si sono moltiplicate con l’aggiunta di crema pasticcera, con un ripieno di mele, mele e crema pasticcera, ecc.

Quella che ho preparato oggi prevede sia la crema frangipane che le mele, mangiata tiepida è ottima, fredda buonissima!





INGREDIENTI
(per 1 galette da 22 cm e 4 monoporzioni da 8 cm)

-2 fogli di pasta sfoglia rettangolari o rotondi
-120 g di mandorle senza pellicina
-100 g di zucchero
-70 g di burro morbido
-2 cucchiai di liquore alle mandorle o all’amaretto
-1 cucchiaino di essenza di vaniglia
-2 uova grandi
-2 piccole mele golden
-1 cucchiaio di zucchero di canna
-Qualche goccia di limone
-1 cucchiaio di amido di mais (maizena)
-1 tuorlo con poco latte per spennellare
-1 mandorla con la pelle
-1 coroncina fatta di cartoncino (o quella che volete)




Tagliare nella pasta sfoglia due cerchi: uno da 22 cm ed un altro un poco più grande e farli raffreddare in frigorifero fino al momento dell’utilizzo.

In un mixer mettere le mandorle e lo zucchero e riducete tutto in farina, aggiungete poi il burro tenero, li liquore, la vaniglia e le uova. Fate girare il mixer ad ogni aggiunta di ingrediente.

Sbucciare le mele e farle a piccoli pezzi, irrorare con qualche goccia di limone, il cucchiaio di zucchero e la maizena.




Mettere anche le mele nel mixer e fatelo girare qualche secondo (fino a che le mele saranno ridotte a pezzettini molto piccoli).

Togliere i cerchi di sfoglia dal frigorifero e mettere il cerchio più piccolo in una teglia coperta da carta forno, aggiungere al centro il ripieno e stenderlo con il dorso di un cucchiaio fino ad arrivare ad 1 cm dal bordo.  Appoggiare sul ripieno la mandorla con la pelle.




Spennellare il bordo con un poco di tuorlo d’uovo e latte e poi coprirlo con il secondo cerchio più grande e premere bene sui bordi per sigillare.

Decorare il bordo aiutandosi con il manico di un cucchiaio di legno formando delle onde e poi disegnare dei motivi con un coltello su tutta la superficie stando attenti a non tagliarla.




Aprire un piccolo foro al centro e poi spennellare tutta la superficie del dolce con il tuorlo sbattuto con poco latte.





Cuocere in forno caldo a 180° per 25 minuti o comunque fino a quando il dolce sarà bello dorato.





Lasciare intiepidire e poi tagliarlo a fette.

Chi troverà la mandorla sarà il 4° Re Magio e sarà incoronato con la coroncina come re o regina della festa!!









1 commento:

  1. wow ma è stupenda, oltre che estremamente golosa! Poi dimmi chi ha trovato la mandorla nascosta ;)
    Un bacio

    RispondiElimina