martedì 27 febbraio 2018

LA MIA VEGETABLE-BEEF POT PIE PER IL CLUB DEL 27




Wonder pot ovvero la pentola delle meraviglie, dove realizzare le ricette a lunga cottura utilizzando quelle belle pentole di ghisa o coccio che sanno di nonne e serate invernali con la stufa o il camino acceso, oppure con le moderne Crock pot o Slow cooker, ma che non cambiano il risultato di questo tipo di ricetta.

Per il mese di febbraio,  è questo l’argomento attraverso 36 ricette scelte dalla raccolta di  Better Homes & Garden, testata storica sinonimo di serietà e affidabilità.

QUI  troverete tutte le ricette realizzate per il Club del 27 che spaziano per tutto il mondo, proposte sia dolci che salate e ne troverete per tutti i gusti.

Qui sotto invece la mia Vegetable-beef pot pie, ho riportato  le indicazioni della ricetta originale e tra parentesi le mie modifiche e la conversione delle dosi.




INGREDIENTI
(per 4 persone)

-1 lb (450 g) di carne di manzo magra macinata oppure macinato di tacchino (io ho preso un pezzo di spalla di vitellone da 600 g e l’ho tagliata a fette e poi a piccoli pezzi)

-1 tazza di cipolla tritata (la capacità di una tazza è di 220 ml)

-1 cucchiaio da minestra di chili in polvere (io ne ho messo 1 cucchiaino e prima di aggiungerne altro ho assaggiato e regolato secondo il mio gusto per evitare un’eccessiva piccantezza)

-½ cucchiaino  di sale grosso

-1/8 di cucchiaino  di pepe nero

-1 tazza e mezza di piselli e carote surgelate o misto verdure (io ho usato piselli surgelati e 2 carote fresche tagliate a pezzettini)

-14,5 oz (400 g) di cubetti di pomodori non scolati

-13,8 oz (390 g) di pasta per la pizza surgelata (io ho impastato 250 g di farina, 1 cucchiaino di lievito di birra, 125 g di acqua e mezzo cucchiaino di sale fino e lasciato lievitare al caldo per un’ora)

-1 uovo leggermente sbattuto (facoltativo)



Preriscaldare il forno a 200° (con il mio è sufficiente 180°).

In una pentola che possa andare in forno rosolare la carne e la cipolla per circa 8 minuti o fino a quando la carne sarà dorata e la cipolla tenera. Scolare poi l’eventuale grasso che si sarà formato.



Mescolare il chili in polvere, sale e pepe con la carne. 


 
Aggiungere le verdure e i pomodori. Portare ad ebollizione e poi ridurre il calore e lasciare cuocere coperto 15 minuti o fino a quando la maggior parte del liquido sarà evaporato.



Spegnere il fuoco e lasciare intiepidire la miscela.

Nel frattempo srotolare la pasta per la pizza e tagliarla a strisce da 2,5 cm circa e disporle sopra la pentola con la carne e tagliarle a misura, oppure come ho fatto io impastare 250 g di farina, 1 cucchiaino di lievito di birra, 125 g di acqua e mezzo cucchiaino di sale fino e lasciato lievitare al caldo per un’ora prima di stenderla e tagliarla.


 

 


Spennellare la pasta con l’uovo sbattuto.



Cuocere in forno per 15- 20 minuti fino a quando la pasta sarà bella dorata.
 
















Io ho preparato il giorno prima la carne e poi l’ho messa in frigorifero in un contenitore ermetico in questo modo la carne assorbe meglio le spezie (si conserva fino a 3 giorni).


Mezz’ora prima di servire ho riscaldato la carne coperta, mescolando di tanto in tanto e poi l’ho suddivisa in 4 pentoline in ghisa. 


 
Le ho poi coperte con la pasta della pizza e spennellata con l'uovo sbattuto.



Messe poi a cuocere in  forno per 15 minuti fino a doratura.









Un pensiero alla famiglia di Barbara Pivetta, membro del nostro Club che nella notte di ieri è mancata all'affetto dei suoi cari. Un abbraccio affettuoso!





24 commenti:

  1. Ha un aspetto magnifico !! Sicuramente da provare !!

    RispondiElimina
  2. Mi piace questa ricetta, la pot pie, cottura al forno, è una delle mie passioni!! Buona buona ;) Ciaooo

    RispondiElimina
  3. Un piatto complesso ma di effetto per le papille gustative. Bravissima come sempre e come lo siete voi tutte. Buona serata

    RispondiElimina
  4. Bellissime presentazioni....e chissà che buona questa ricetta, da fare :-)

    RispondiElimina
  5. Che lavoraccio!!complimenti, vorrei averne una da sfornare subito :))

    RispondiElimina
  6. Che lavoraccio!!complimenti, vorrei averne una da sfornare subito :))

    RispondiElimina
  7. Una ricetta gustosa che tu hai interpretato molto bene. Le pentoline sono deliziose e la pasta della pizza fatta in casa ha dato quel tocco in più.
    Complimenti :)

    RispondiElimina
  8. Hai ragione il riposo è essenziale per rendere tutto più saporito e speziato, ottima realizzazione per un piatto sicuramente molto apprezzato. Quella crosticina ci sta a meraviglia! bravissima!

    RispondiElimina
  9. Quanto mi piacciono le monoporzioni! Poi la presentazione con quella pasta pizza sopra é davvero molto bella..brava.

    RispondiElimina
  10. Questo piatto è proprio invitante.Lo metto in lista e seguirò il tuo consiglio di far insaporire la carne qualche ora prima.

    RispondiElimina
  11. Questa ricetta, oltre che golosa, è anche molto scenografica! Da segnare tra le rictte che vanno provate assolutamente!!!

    RispondiElimina
  12. Ma che carineeee!! molto belle da presentare, oltre che buone! un'idea per le cene invernali

    RispondiElimina
  13. Non ho scelto questa ricetta per timore della pasta. A te è riuscita davvero benissimo, complimenti!

    RispondiElimina
  14. A parte la pasta che mi sembra ti sia venuta proprio bene io penso che con un piatto così sugoso mi potrei mangiare un bel pugliese. Brava

    RispondiElimina
  15. Golosissime!! Da assaggiare subito! Complimenti!

    RispondiElimina
  16. Queste torte sono strepitose: e con il tappo ti ci fai pure la scarpetta!

    RispondiElimina
  17. fantastica ricetta anche questa!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  18. Le pentoline sono davvero molto carine, d'effetto. Un piatto che mi incuriosisce

    RispondiElimina
  19. Non sono molto brava a preparare questi tipi di piatti, ma sono molto brava a mangiarli :-) super invitante

    RispondiElimina
  20. Brava ! deve essere deliziosa e la pasta della pizza fatta in casa e tutto un altra cosa :)

    RispondiElimina
  21. Secondo me è una idea stupenda quella che hai avuto di farli individuali, servire ad ogn'uno la sua coccotina mi piace!

    RispondiElimina
  22. Che sia gustosa no ho dubbi.. Ma il lavoro che ce dietro è enorme ti ammiro.

    RispondiElimina