lunedì 25 settembre 2017

CANNOLI DI COUS COUS CON ZUCCHINE E GAMBERETTI


Bentornati nella rubrica Light and Tasty che questa settimana ha scelto come ingrediente il cous cous.



Si tratta di un prodotto tradizionale della cucina nord africana e anche siciliana, in particolare di alcuni comuni della provincia di Trapani. In quest’area il cous cous, arrivato al tempo della dominazione  araba,  è rimasto nei secoli uno degli ingredienti di riferimento della cucina casalinga tipica.  

Inoltre è anche il protagonista di una rinomata festa, il Cous Cous Fest, che ogni anno si svolge  a San Vito lo Capo solitamente verso la fine del mese di settembre.


Il cous cous è un alimento semplice costituito da solo due ingredienti: semola di grano duro e acqua, ossia gli stessi di cui è fatta la classica pasta. 


In pratica, è semplicemente un formato particolare di pasta, e quindi una porzione di 80 g di cous cous apporta circa 300 calorie,  come la normale pasta.


Ora passiamo alla ricetta di questa proposta pensata come primo piatto o piatto unico per 2 persone, oppure, in versione singola, come antipasto.





INGREDIENTI

(per 6 cannoli)


Per i cannoli:

-100 g di cous cous medio

-100 ml di acqua

-2 pizzichi di sale

-1 cucchiaino di olio d’oliva

-1 albume



Per il ripieno:

-1 zucchina media

-1 cipollotto

-80 g di gamberetti

-4 pomodori secchi

-Un pizzico di peperoncino

-La punta di un cucchiaino di curcuma e di paprika dolce

-2 foglie di menta



Per servire: 1 pomodoro maturo – 2 foglie di menta




Accendere il forno a 160°.


Scaldare l’acqua e il sale in una padella ed appena accenna il bollore, spegnere il fuoco,  aggiungere l’olio e il cous cous, mescolare e coprire la padella. Lasciare riposare 5 minuti per dare il tempo alla semola di gonfiarsi.



Sgranare il cous cous con una forchetta, lasciare raffreddare e metterlo un una terrina. Aggiungere l’albume a lasciare riposare 15 minuti.


Rovesciare il composto su un foglio di carta forno, coprirlo con un altro foglio e, con l’aiuto di un mattarello schiacciare l’impasto e formare una sfoglia di qualche millimetro.
  


Con un coppapasta o una tazza da 10 cm di diametro formare dei cerchi, togliere l’eccesso di impasto e tagliare la carta sottostante in un quadrato.



Con un pennello oliare i tubi metallici per formare i cannoli, adagiarli sui cerchi di impasto e, aiutandosi con la carta forno, avvolgere l’impasto sui tubi che andranno poi messi su una teglia coperta di carta forno.


Cuocere 10 minuti, toglierli dal forno, lasciarli intiepidire 5 minuti, togliere la carta forno e poi rimetterli nel forno per altri 5 minuti.



Lasciarli poi raffreddare completamente prima di sfilare il tubo metallico.



Intanto preparare il ripieno grattugiando la zucchina che andrà rosolata in padella con il cipollotto affettato  sottilmente e un goccio di olio extra vergine, per qualche minuto, aggiungere le spezie e la menta tritata. 


 Togliere dalla padella e frullare il composto.              
 

Nella stessa padella mettere un altro goccio di olio e rosolare brevemente i gamberetti, tagliarli a pezzetti e poi unirli alle zucchine.


Scottare per qualche minuto in acqua bollente i pomodori secchi, tritarli ed aggiungerne un cucchiaio al ripieno.


Scottare anche il pomodoro fresco, togliere la buccia, tagliarlo, togliere tutti i semi e poi tagliarlo a quadrettini, condirlo con sale, un goccio di aceto balsamico e poco olio d’oliva extra vergine. 



Riempire i cannoli aiutandosi con un sac a poche, oppure con un cucchiaino. Mettere sui bordi un poco di pomodori secchi a pezzetti.




Servire i cannoli adagiati sulla dadolata di pomodoro fresco e guarnire con una fogliolina di menta.




Vediamo cosa hanno ideato le amiche del team:

venerdì 22 settembre 2017

PERCOCHE RIPIENE




Le pesche ripiene sono un dessert che d’estate preparo spesso.

Quest’anno ho voluto provare con le percoche che un tempo si pensava fossero un incrocio tra le pesche e le albicocche.

Invece sono una qualità di pesche, coltivate in gran parte nelle regioni del Sud Italia e anche in Emilia-Romagna, hanno dimensioni grandi con polpa gialla molto compatta  e aromatica e vengono principalmente usate nell’industria dolciaria per preparare le pesche sciroppate o marmellate.

Per queste caratteristiche ho pensato fossero anche adatte alla mia ricetta preferita e il risultato mi ha dato ragione.

Io le ho servite con una composta di frutta, va bene anche una pallina di gelato per i più golosi.




INGREDIENTI
(per 4 persone)

-2 percoche grandi
-12 amaretti
-1 tuorlo
-1 cucchiaio di cacao amaro
-1 cucchiaio di zucchero
-2 cucchiaini di granella di mandorla
-Poco burro
-Mezzo bicchiere di vino bianco
-Per decorare: qualche fogliolina di menta – 4 cucchiai di composta di ribes e lamponi (trovate  qui   la mia ricetta)

Accendere il forno a 170°.

Lavare bene le percoche, dividerle in due parti, togliere il nocciolo.

Scavare con un cucchiaino i frutti allargando la sede del nocciolo, mettere la polpa in una ciotola.

Mescolate alla polpa il cacao, il tuorlo, mezzo cucchiaio di zucchero e gli amaretti sbriciolati.




Riempire l’incavo delle percoche con il composto, spolverare con il rimanente zucchero e con la granella di mandorla.

Versare nella teglia il vino bianco ed alcuni fiocchetti di burro.



Cuocere per circa 15 minuti, poi punzecchiare con una forchetta per vedere se la polpa è morbida, altrimenti proseguire la cottura per alcuni minuti (non devono essere troppo cotte).

Lasciare intiepidire e servire con la composta di frutta o con una pallina di gelato.


mercoledì 20 settembre 2017

TORTA SALATA CAROTE E ZUCCHINE




Regina delle tavole estive la torta salata si mangia volentieri in ogni stagione, preferibilmente tiepida o anche fredda.

Questa che vi propongo ha come protagoniste le carote e le zucchine.




INGREDIENTI
(per una torta da 24 cm)

Per la pasta:

-200 g di farina 0

-30 g di olio extra vergine

-2 grossi pizzichi di sale

-Acqua tiepida q.b.

Per il ripieno:

-3 carote medie

-2 zucchine medie

-250 g di formaggio spalmabile

-3 uova

-50 g di parmigiano grattato

-1 cipolla tritata

-1 cucchiaino di curcuma

-Foglioline di erbette fresche (io maggiorana ed origano)

-Sale e pepe



Per primo preparare la pasta mescolando tutti gli ingredienti ed aggiungendo l’acqua tiepida sufficiente per ottenere un impasto morbido, ma non appiccicoso.

Lasciare riposare la pasta avvolta in pellicola alimentare per almeno 30 minuti.


Preparare poi il ripieno affettando la cipolla, grattando le carote e le zucchine con una grattugia a fori larghi e mettendo il tutto in una ciotola con gli altri ingredienti, mescolando accuratamente.


Stendere la pasta in una sfoglia sottile e foderare una teglia rotonda da 24 cm ricoperta con carta forno.



Riempire il guscio di pasta con il ripieno e cuocere in forno caldo a 180° per circa 25-30 minuti, finché la pasta sarà bella dorata e il ripieno ben rassodato.

Servire tiepida, ma è ottima anche fredda.